icona telefono   800.064.644      icona email   info@ruzzo.it

Carattere:  A  A  A | Grafica normale | Testuale | Alta visibilità

Depuratori, Ruzzo Reti replica alla nota dell’associazione Robin Hood

Valuta questa pagina:
11/05/2018

A proposito della nota diffusa in data odierna dall’associazione Robin Hood su presunti malfunzionamenti dei depuratori, basata su alcune dichiarazioni rilasciate in tv da un medico locale, Ruzzo Reti Spa esprime sconcerto e stupore per la gravità e il tenore delle dichiarazioni rilasciate che, evidentemente, non tengono conto della realtà dei fatti e rischiano di creare un allarme ingiustificato nella popolazione.

Se l’associazione Robin Hood avesse interpellato Ruzzo Reti, infatti, la società avrebbe potuto spiegare che non esiste alcun pericolo assimilabile a quello paventato proprio perché la normativa (la legge 152 del 2006) prevede, nel caso in cui vi siano reti miste, la presenza di sfioratori a monte dei depuratori per tutelare gli impianti dal rischio di malfunzionamento nei casi di eccesso di acqua piovana. 

Appare evidente il reiterato e costante tentativo di alcuni soggetti di creare panico tra i cittadini gettando discredito su chi ha responsabilità istituzionali verso di essi. Ruzzo Reti valuterà l’opportunità di segnalare tali comportamenti alle autorità competenti.

Teramo, 11 maggio 2018

 

counter