icona telefono   800.064.644      icona email   info@ruzzo.it

Carattere:  A  A  A | Grafica normale | Testuale | Alta visibilità

Coronavirus - Informazioni e aggiornamenti
Per informazioni su contratti, bollette, rescissioni, pagamenti e morosità, è disponibile il numero verde 800.064.644, sempre attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 8:00 alle 18:00, oppure è possibile scrivere a: ufficio.morosita@ruzzo.it ufficio.protocollo@ruzzo.it

Esperimento n. 2 - I vasi comunicanti

Valuta questa pagina:

Cosa serve: 2 bottiglie, forbici, un tubo, acqua

Come fare: Archimede, noto matematico e fisico, sosteneva che l’acqua non ha una forma propria e quindi si adatta al recipiente che la contiene; a riprova di tale teoria esiste un esperimento noto con il nome di “vasi comunicanti” che ora proveremo a replicare insieme. Prendiamo le due bottiglie, pratichiamo un foro (del diametro del tubo) nella parte bassa di entrambe, inseriamo il tubo bloccandolo con del nastro adesivo e versiamo dell’acqua in entrambe le bottiglie; se le capovolgiamo possiamo notare che il liquido si dispone in maniera equivalente nei due contenitori raggiungendo lo stesso livello, mentre se proviamo ad alzare una bottiglia noteremo che vi sarà una quantità maggiore di acqua nella bottiglia che si trova più in basso. Questo fenomeno è legato alla forza di gravità che, creando pressione all’interno del tubo, provoca una disparità di livello nelle bottiglie posizionate ad altezze differenti.

counter