icona telefono   800.064.644      icona email   info@ruzzo.it

Carattere:  A  A  A | Grafica normale | Testuale | Alta visibilità

Coronavirus - Informazioni e aggiornamenti
Per informazioni su contratti, bollette, rescissioni, pagamenti e morosità oltre al numero verde 800.064.644 sempre attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 8:00 alle ore 18:00, puoi contattarci anche ai seguenti numeri dal lunedì al venerdì dalle ore 8:30 alle ore 12:00: 0861.310332 - 0861.310324 - 0861.310328 - 0861.310329 - 0861.310327 oppure scrivete a: ufficio.morosita@ruzzo.it ufficio.protocollo@ruzzo.it

Esperimento n. 4 - La rifrazione della luce

Valuta questa pagina:

Cosa serve: 2 cartoncini bianchi, pennarelli colorati, acqua, 1 vaso (bicchiere, barattolo)

Come fare: prendiamo i fogli bianchi e disegniamo sul primo due linee verticali ben spesse di colori diversi (la prima verde e la seconda rossa) e sul secondo due frecce che seguono direzioni diverse (alto/basso oppure destra/sinistra). Poggiamo il foglio (partiamo con quello con le frecce) su una superficie verticale (un armadio, un muro) facendo in modo che rimanga ben fermo e poniamo subito davanti il nostro contenitore vuoto; procediamo alla fase successiva e, riempiendo lentamente il contenitore (tenendolo fermo nella medesima posizione), noteremo che le frecce seguiranno direzioni opposte rispetto a quelle da noi disegnate: la freccia che andava verso l’alto sarà girata verso il basso e l’altra si muoverà al contrario.

Possiamo procedere con l’altro foglio per notare che, seguendo lo stesso procedimento e guardando attraverso il barattolo riempito di acqua, le strisce colorate appariranno nel seguente ordine: la prima sarà rossa e la seconda verde; esattamente l’opposto di quanto da noi disegnato.

Entrambi gli esperimenti ci aiutano a capire il fenomeno della rifrazione della luce secondo il quale quando la luce attraversa un materiale subisce una deviazione; nel nostro caso il contenitore diventa una sorta di lente di ingrandimento, la luce converge verso il centro, i raggi si incrociano e creano l’effetto di inversione spostando ciò che era a destra a sinistra e viceversa.

counter