icona telefono   800.064.644      icona fax   0861.243058      icona email   info@ruzzo.it

Carattere:  A  A  A | Grafica normale | Testuale | Alta visibilità

Risparmio idrico

Valuta questa pagina:

Come evitare gli sprechi:

  • Verificare che le tubature siano integre, queste potrebbero avere dei fori che favoriscono la fuoriuscita di acqua
  • Controllare che i rubinetti non abbiano perdite, se si lasciano gocciolare si sprecano circa 5 litri di acqua al giorno
  • Usare il frangigetto, un miscelatore di acqua che vi farà risparmiare diverse migliaia di litri d’acqua ogni anno. Con un frangigetto i consumi sono ridotti del 10%
  • Utilizzare la lavastoviglie e la lavatrice a carico completo (o selezionare le opzioni di risparmio acqua in caso di ½ carico)
  • Usare lavastoviglie e lavatrice a temperature basse riducendo anche il consumo energetico
  • Evitare di far scorrere l’acqua al fine di farla raffreddare o riscaldare per velocizzare procedure di cottura; nel primo caso si consiglia di tenere una bottiglia in frigo, nel secondo è meglio che si scaldi direttamente sul fornello
  • Chiudere il rubinetto mentre ci si lava i denti e usare l’acqua solo per risciacquare
  • Tenere l’acqua chiusa mentre ci si insapona sotto la doccia o nella vasca da bagno
  • Utilizzare l’acqua piovana o acqua già usata (ad esempio quella di cottura o quella usata per lavare frutta e verdura) per le pratiche di giardinaggio
  • Chiudere il rubinetto centrale dell’acqua quando si va in ferie o ci si assenta da casa per lunghi periodi; è una buona norma per evitare sorprese sgradevoli dovute a rotture o avarie improvvise dell’impianto
  • Acquistare elettrodomestici in classe A+ per ridurre i consumi di energia e di acqua (apprezzabili nel lungo termine)
  • Innaffiare le piante di sera per evitare che l’acqua evapori con il calore che si diffonde di giorno
  • Lavare i pavimenti e l'auto utilizzando un secchio d‘acqua e una spugna per evitare gli sprechi che si avrebbero usando il getto diretto del tubo
  • Scegliere per il bagno uno sciacquone differenziato e con doppio pulsante per diversificare il getto d’acqua a seconda della necessità
  • Chiudere l’acqua delle fontanelle pubbliche e, se si notano rotture o guasti alle manopole di apertura/chiusura, segnalare la problematica al comune di riferimento. Nel caso di fontanelle di acqua non potabile, utilizzate a fini estetici, verificare che l’acqua che fuoriesce sia acqua di ricircolo
  • Utilizzare l’acqua del deumidificatore e/o del condizionatore per il ferro da stiro così da avere un risparmio sulla bolletta ma anche una stiratura con un’acqua priva di calcare
  • Scongelare gli alimenti all’aria o in una bacinella, lasciarli sotto il getto dell’acqua corrente equivale ad uno spreco di sei litri al minuto
counter