icona telefono   800.064.644      icona email   info@ruzzo.it

Carattere:  A  A  A | Grafica normale | Testuale | Alta visibilità

A partire dal 22 Maggio 2019 il portale della Ruzzo Reti SpA sarà temporaneamente offline per passaggio al nuovo Sistema Informativo aziendale.
Ci scusiamo per il disagio.

Tariffe servizio idrico

Valuta questa pagina:
Tariffe

Tariffe 2013
Tariffe 2014
Tariffe 2015
Tariffe 2016
Tariffe 2017
Tariffe 2018


Tariffe periodo 2016-2019.
Vista la deliberazione AEEGSI n. 664/2015/R/idr, del 28/12/2015 “Approvazione del metodo tariffario idrico per il secondo periodo regolatorio MTI-2” che all'art. 9 obbliga i gestori ad applicare, fino alla predisposizione delle tariffe da parte degli Enti di Governo dell'Ambito, le tariffe calcolate sulla base del moltiplicatore tariffario già approvato.

In attesa dell'approvazione, da parte dell'AEEGSI, degli specifici schemi regolatori recanti le predisposizioni tariffarie per il periodo 2016-2019, si applicano, in via provvisoria, per gli anni 2016 e 2017, le stesse tariffe dell'anno 2015 che saranno successivamente conguagliate sulla base di quelle che verranno definitivamente approvate.

UI1
L'AEEGSI con delibera n. 6/2013/com ha introdotto una nuova componente tariffaria denominata UI1, creata per compensare le agevolazioni tariffarie concesse agli utenti delle zone colpite dagli eventi sismici del 20 maggio 2012 e successivi.
L'AEEGSI ha costituito un Conto destinato alla compensazione di dette agevolazioni e deliberato una tariffa (UI1) pari ad 0,05 centesimi di euro/metro cubo da applicare per ogni servizio prestato (acquedotto, fognatura e depurazione).
Con delibera n. 529/2013 l'autorità ha modificato l'importo della componente tariffaria (UI1) da € 0,05 centesimi di euro/metro cubo a 0,4 centesimi di euro/metro cubo.
L'importo complessivamente versato dagli utenti viene integralmente corrisposto alla Cassa Servizi Elettrici e Ambientali (CSEA).

Bonus Sociale Idrico

Che cos'è il Bonus Sociale Idrico
L'Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA) ha istituito, in tutta Italia, il Bonus Sociale Idrico che consente, agli utenti del Servizio Idrico Integrato che versano in condizioni di disagio economico, di usufruire di uno sconto in bolletta pari al costo di 18,25 mc annui, equivalenti a 50 litri al giorno, per ciascun componente del nucleo familiare.
Tale quantità è stata individuata come quella minima necessaria per assicurare il soddisfacimento dei bisogni personali fondamentali. Il bonus garantirà, ad esempio, ad una famiglia di 4 persone di non dover pagare 73 metri cubi/anno di acqua.
L'agevolazione è stata introdotta dall'ARERA con la delibera 897/2017/R/IDR, in seguito alle disposizioni del DPCM del 13 ottobre 2016 "Tariffa sociale del Servizio Idrico Integrato".

Chi ne ha diritto
All'agevolazione possono accedere tutti gli utenti con Indicatore di Situazione Economica Equivalente (ISEE) inferiore a 8.107,50 euro. Se nel nucleo familiare si hanno più di 3 figli fiscalmente a carico, l'ISEE deve essere inferiore a 20.000,00 euro.
Potranno automaticamente usufruire del Bonus Sociale Idrico, analogamente a quanto previsto per il bonus elettrico e gas dal decreto legislativo 147/2017 che ha introdotto il Reddito di inclusione, anche i titolari di Carta Acquisti o di Carta ReI.

Dove presentare la domanda
La richiesta va presentata al proprio Comune di residenza (o ai Caf delegati dal Comune) congiuntamente alla domanda per il bonus elettrico e/o gas.

Quando presentare la domanda
La richiesta va presentata a partire dal 1 Luglio 2018.

Come si ottiene lo sconto
Lo sconto verrà erogato direttamente in bolletta, per chi ha un contratto diretto.
L'utente indiretto, cioè la famiglia che vive in un condominio e non ha un contratto proprio di fornitura idrica, riceverà il Bonus Sociale in un'unica soluzione direttamente dal Gestore (ad esempio mediante bonifico su conto corrente o con assegno circolare non trasferibile).

La modulistica
La modulistica da utilizzare è disponibile sul sito dell'ARERA alla pagina https://www.arera.it/allegati/consumatori/moduli/modulo_A.pdf

Informazioni aggiuntive
Tutte le informazioni relative al Bonus Sociale Idrico sono disponibili sul sito dell'ARERA alla pagina https://www.arera.it/it/consumatori/idr/bonusidr.htm

Agevolazione utenze deboli

Hanno diritto alle agevolazioni per Utenze Deboli tutti i soggetti/utenti che hanno difficoltà economiche a sostenere il costo della fornitura idrica, o soggetti che, sulla base di una condizione effettiva di impedimento fisico correlata ad una bassa condizione economica, sono meritevoli di una particolare tutela.

La Ruzzo Reti S.p.A., accertata la presenza dei requisiti, procederà all’applicazione della tariffa agevolata denominata UTENZE DEBOLI – SCAGLIONE UNICO.

In caso di rigetto dell’istanza, la Ruzzo Reti S.p.A. invierà al richiedente, entro 30 giorni dalla data di presentazione della domanda, risposta scritta motivando la mancata accettazione dell’istanza.

accoglimento a chi ha presentato l’istanza. Se entro 30 giorni non sarà pervenuta nessuna comunicazione, la domanda si intende accolta.

Consulta il Regolamento attuativo per le agevolazioni tariffarie per utenze deboli (regolamento) approvato con delibera n. 49 del 18/12/2006 dall’Ente d’Ambito Territoriale Ottimale n° 5 Teramano.

CHE COSA SERVE

  • Dati anagrafici del richiedente
  • Codice Fiscale/Partita IVA
  • Valido titolo giuridico attestante la disponibilità dell’immobile (proprietà, locazione, ecc.)
  • Dati Catastali dell'immobile
  • Copia documento di riconoscimento in corso di validità del richiedente;
  • Certificazione ISEE in corso di validità

INFORMAZIONI AGGIUNTIVE

IN CASO DI SOGGETTO DELEGATO

  • Atto di delega
  • Copia documento di riconoscimento del delegante e del delegato.

COME FARE LA RICHIESTA

Il richiedente può compilare il presente modulo Istanza Utenze Deboli e inviarlo in una delle seguenti modalità:

Costi delle prestazioni

 

PRESTAZIONE
COSTO

VOLTURA

SPESE DI GESTIONE
BOLLO VIRTUALE
DEPOSITO CAUZIONALE

€ 35,00
€ 16,00
calcolato secondo la delibera
AEEGSI n. 86/2013/R/IDR

POSA CONTATORE

SPESE DI GESTIONE PRATICA
SPESE DI ALLACCIO
BOLLO VIRTUALE
DEPOSITO CAUZIONALE

€ 45,00
€ 85,00
€ 16,00
calcolato secondo la delibera
AEEGSI n. 86/2013/R/IDR

RESCISSIONE

SPESE DI GESTIONE PRATICA
SPESE DI RIMOZIONE

€ 10,00
€ 80,00

VERIFICA CONTATORE

SPESE DI GESTIONE PRATICA
PER VERIFICHE SUL POSTO

€ 10,00
€ 150,00

RIMOZIONE PER MOROSITA

SPESE DI GESTIONE PRATICA
SPESE DI RIMOZIONE

€ 10,00
€ 110,00

RIATTIVAZIONE PER MOROSITA

SPESE DI GESTIONE PRATICA
SPESE DI RIATTIVAZIONE

€ 10,00
€ 110,00

SOSTITUZIONE CONTATORE PER
INCURIA DA PARTE DELL’UTENTE

SPESE DI GESTIONE PRATICA
SPESE DI SOSTITUZIONE

€ 10,00
€ 110,00

Nuova Articolazione Tariffaria - Componenti Nucleo Familiare

Nuova articolazione tariffaria per il calcolo delle bollette dell’acqua.

Con Deliberazione n. 665 del 2017, l’Autorità di Regolazione per l’Energia Reti e Ambiente (ARERA) ha emanato il Testo Integrato Corrispettivi Servizi Idrici (TICSI).

Al riguardo, l’ERSI (Ente Regionale Servizio Idrico Integrato) ha comunicato che, ai fini della definizione di una struttura unica di articolazione tariffaria a livello regionale e della conciliazione delle esigenze dei gestori abruzzesi del Servizio Idrico Integrato, le attività di calcolo relative alla nuova pianificazione tariffaria, saranno concluse indicativamente nei primi mesi del 2019.

I nuovi corrispettivi saranno applicati retroattivamente dal 1 gennaio 2018.

COSA CAMBIA?

I cambiamenti più rilevanti rispetto alla vecchia articolazione tariffaria riguardano il cosiddetto uso domestico residente che prevede l’introduzione del numero di componenti il nucleo familiare, come fondamentale elemento di calcolo della relativa tariffa.

Con la nuova articolazione tariffaria, infatti, lo scaglione agevolato in cui rientrano i consumi della tua famiglia, sarà determinato moltiplicando 50 litri per abitante al giorno per il numero di componenti il nucleo familiare. Il quantitativo di acqua utilizzato nel calcolo, pari a 18,25 mc per anno pro capite, rappresenta il quantitativo minimo vitale necessario per soddisfare i bisogni essenziali dell'essere umano.

COME E DOVE AUTOCERTIFICARE IL NUMERO DEI COMPONENTI DELLA TUA FAMIGLIA

Al fine di ottenere l’applicazione tariffaria coerente ai propri componenti nucleo familiare, se superiori a n. 3 (TRE), l’utente può trasmettere al Gestore la Dichiarazione Numero Componenti Nucleo Familiare disponibile anche presso gli sportelli aperti al pubblico di Ruzzo Reti SpA.

Nel caso in cui il dato non venga comunicato, la normativa in vigore prevede che il Gestore calcoli, lo scaglione agevolato sulla base di 3 componenti il nucleo familiare (media nazionale standard di una famiglia).

Il modulo potrà essere consegnato agli uffici aperti al pubblico o inviato al Gestore nelle seguenti modalità:

  • Email: ufficio.protocollo@ruzzo.it
  • PEC: protocollo@ruzzocert.it
  • Posta ordinaria: RUZZO RETI S.p.A. via Nicola Dati, 16 - 64100 - TERAMO

Informazioni sulla compilazione saranno fornite anche dal Numero Verde 800 064 644.